Vuoi attivare il servizio A.D.I?

Paxme Tips: la disfagia

Scopri i nostri suggerimenti


Gestire la salute al domicilio può essere complesso e spesso per famigliari e caregiver sono necessari consigli pratici, come nel caso della disfagia.

La disfagia è la difficoltà o l’incapacità di deglutire alimenti e liquidi in modo sicuro.

Per favorire la deglutizione è bene orientarsi verso alimenti con consistenza omogenea, semisolida o frullata, miscelando i cibi con olio, burro, brodo, latte, succhi di frutta o verdura, per rendere più fluida la loro assunzione.

Nelle situazioni di disfagia lieve, è possibile bere liquidi normali a piccoli sorsi, o utilizzando una cannuccia o un cucchiaino. Quando si sceglie il bicchiere, è consigliabile optare per uno ampio che permetta di coprire il naso durante l’assunzione e che sia riempito almeno per tre quarti della sua capacità.

La persona deve essere seduta in modo eretto e con il tronco stabile. Se allettata, è consigliabile adottare una posizione seduta con lo schienale del letto inclinato di circa 80-90 gradi. Misure che contribuiscono a garantire una postura appropriata durante l’assunzione del cibo, e una maggior sicurezza.

Occorre somministrare i pasti lentamente, con piccole quantità alla volta e procedendo solo se il boccone precedente è stato deglutito. Dopo il pasto, è opportuno mantenere il busto eretto per almeno 30-45 minuti. Infine, al termine del pasto, è essenziale controllare che il cavo orale sia stato adeguatamente pulito per evitare la presenza di residui di cibo nel solco gengivale.

Queste precauzioni contribuiscono a garantire una gestione sicura e adeguata dell’alimentazione per chi soffre di disfagia.